Seminario “Valutare per migliorare: esperienze, analisi e prospettive” - Sala Newton – Città della Scienza- Napoli- 4 giugno 2015 PDF Stampa E-mail
Giovedì 21 Maggio 2015 20:48

Seminario “Valutare per migliorare: esperienze, analisi e prospettive”

Sala Newton – Città della Scienza- Napoli- 4 giugno 2015

Il giorno 4 giugno 2015 si è svolto  a Napoli presso la Sala Newton di Città della Scienza dalle ore 9:30 alle ore 13:30 il seminario  “Valutare per migliorare: esperienze, analisi e prospettive” organizzato dal Polo Qualità di Napoli-USR per la Campania.

Il seminario che ha visto  la partecipazione del prof. Castoldi, uno dei massimi esperti nazionali sul tema della valutazione degli apprendimenti, si pone come momento fondamentale dell’iter progettuale attivato dal Polo Qualità di Napoli per condividere, socializzare e diffondere i modelli e gli strumenti elaborati e sperimentati all’interno del “Progetto Qualità”implementato per creare sinergie fra il sistema di istruzione e formazione e il sistema economico e produttivo.

Il Progetto Qualità registra la partecipazione di circa 500 scuole di ogni ordine e grado della nostra regione e attualmente implementa i percorsi di ricerca-azione “Qualità d’Aula”, “Inclusion 2020”, “Sistema Gestione Qualità” e “Scuola@Azienda” e prevede  l’attivazione di laboratori di ricerca-azione al fine di consentire l’acquisizione di  un bagaglio di conoscenze e di competenze essenziali alla realizzazione di un’offerta formativa di alto e qualificato livello, in grado di rispondere alle attese e ai bisogni individuali e di assicurare a tutti il diritto all’istruzione e alla formazione.

Durante la mattinata sono stati, infatti, presentati gli esiti delle attività realizzate dal Polo Qualità di Napoli- USR per la Campania nell’ambito del “Progetto Qualità” durante l’anno scolastico 2014/2015 e le proposte di percorsi di ricerca-azione programmati per il prossimo anno scolastico.

In particolare sono state illustrate numerose iniziative volte alla migliore qualificazione dell’offerta formativa delle scuole e al fine di avvicinare il mondo della scuola e il mondo del lavoro che hanno come veri e unici  protagonisti i ragazzi: a scuola di start-up; maker 3d, teoria e tecnica del linguaggio e della produzione audiovisiva, il coding nella scuola: programma il futuro, Green Farm Corporation, Landscape Storytravelers, Saldatore Orbitale, etc…

Contestualmente si è affrontato il tema relativo all’implementazione delSistema Gestione Qualità nella Scuola e all’opportunità di certificare la propria istituzione scolastica secondo le norma UNI EN ISO 9004:2009 senza costi.

Ampio spazio è stato dato al progetto MAGISTER ARCHEOCHEF, selezionato come prassi di eccellenza per EXPO2015,  che coinvolge ben 17 istituti su tutto il territorio campano suddivisi in 4 network; ciascuno dei quali ha adottato un periodo storico che va dal VI secolo a. c. al Rinascimento. Come si sviluppa? Si tratta di una “sfida” tra due istituti alberghieri per ciascun network guidati da due Cuochi che si misurano a suon di ricette dell’antichità. MAC tende ad offrire un messaggio inverso rispetto a quello dei contest più tradizionali: le gare ad esclusione tendono infatti a non valorizzare il lavoro di ciascun partecipante e l’apporto delle diverse culture, mentre MAC si muove sulla linea opposta, ovvero quella della massima conoscenza possibile per esaltare i valori della cooperazione, dello scambio e dei processi culturali inclusivi e di integrazione. I ragazzi degli istituti alberghieri sono coadiuvati dai ragazzi dei licei e del  tecnico turistico perché sono previsti i “narratori” che ci guideranno nella scoperta delle tradizioni e della cultura della nostra regione e dai giovani “orientatori turistici” che hanno elaborato un itinerario turistico inedito per ogni periodo storico scelto. In questo modo, fuori dall’ansia del contest, si offre un messaggio diverso, non esclusivo, di promozione culturale e sociale per educare ad una corretta alimentazione per favorire nuovi stili di vita. Tutte le sfide si concludono con la realizzazione di ricette e menu delle epoche storiche prese a riferimento e con le relative degustazioni.